Acquaviva Collecroce

Come giungere
Nella zona, distante una trentina di chilometri dal mare Adriatico, si accede da più direzioni. Provenendo da Pescara-Vasto-San Salvo, ci si può immettere sulla statale 157 che, attraverso Montenero, Mafalda, Tavenna e Palata, conduce ad Acquaviva.
Provenendo da Bari-Foggia-Termoli, si può seguire la statale 483 per raggiungere Acquaviva attraverso San Giacomo degli Schiavoni, Guglionesi, Montecilfone e Palata.
Provenendo da Campobasso si può scendere sulla stessa Fondo Valle del Biferno o la stessa statale 157; e provenendo da Isernia si può seguire la stessa Fondo Valle del Trigno.

Acquaviva Collecroce, insieme a Montemitro e San Felice, è uno tra gli ultimi tre paesi del Molise dove ancora oggi si continua a parlare un' antichissima lingua di ceppo slavo.
E' posto al centro di un ampio anfiteatro collinare segnato dal colle di Palata ad est, da Monte Mauro a sud e da Monte Baiardo ad ovest: una zona ricca di acque e di vegetazione, con brevi macchie boscose, campi di grano, oliveti e vigneti che a riquadri di diversa grandezza, ben ordinati e rigogliosi, coprono le colline più basse.
Un verde quasi riposante che agli occhi del visitatore diventa pace e ricchezza, frutto del duro e silenzioso lavoro contadino.

Cantine da visitare: